Open Access Open Access  Accesso riservato Abbonamento o quota di accesso

Gli infermieri italiani richiamati alle armi nella seconda guerra mondiale: l’epistolario degli anni di prigionia

Rosa Maria Gaetano, Roberto Milos, Ivana Maria Rossi, Stefania Rancati

Abstract

Scopo: Il presente lavoro ha lo scopo di diffondere la corrispondenza inerente la prigionia di infermieri italiani richiamati alle armi durante la seconda guerra mondiale. Si è voluto conoscere se la professione ne avesse influenzato le condizioni e la liberazione.

Metodo: Sono stati analizzati 88 fascicoli personali d’infermieri civili in servizio nell’ Ospedale Maggiore di Milano e inviati al fronte nel periodo compreso tra il 1940 e il 1945. I documenti sono stati reperiti nell’archivio storico dell’ospedale milanese dal dicembre 2011 al gennaio 2013. Per l’analisi delle fonti è stato applicato il metodo di ricerca storica secondo Chabod (2012) e per ogni infermiere recluso si è selezionata la presentazione di una lettera olografa originale.

Risultati: Si è scoperta la corrispondenza inviata alla famiglia di 4 prigionieri. Dalla trama emerge, oltre all’amore per la Patria e la libertà, il tentativo di rassicurare i propri cari. Si sono inoltre ritrovate istanze inviate dall’amministrazione ospedaliera all’esercito germanico per richiederne il rilascio. A seguito di una di queste, un infermiere è stato liberato.

Conclusioni: Il presente contributo delinea come l’essere infermieri di un Ospedale negli anni della seconda guerra mondiale avesse influito sulle condizioni di internamento. Molto vi è ancora da ricercare per restituire la memoria dell’apporto determinato dalla professione in un periodo drammatico della storia del nostro paese.

Parole chiave: infermieri, prigionia, seconda guerra mondiale

 

Italian male nurses called to arms in World War II: the letters of the years of imprisonment

Aim: During the Second World War the male staff of assistance in the Italia hospitals was called to arms.This work concerns the letters sent by the male nurses who were captured by the Germans and put in prison. The aim is to know whether their profession had somehow affected their living condition in jail and had favoured their release or not.

Method: 88 personal files of nurses on duty in Ospedale Maggiore and sent to the front during the period between 1940 and 1945 have been studied. The documents are kept in the historical archive of the Ospedale Maggiore of Milan and the research covered the period from December to January 2013. The sources have been analyzed according to Chabod’s method of historical research (2012). 4 prisoners have been found among the 88 files of soldiers and handwritten letter has been selected for each one.

Results: These letters the attempt of the prisoners to reassure their loved ones emerges. Moreover, in the files of the prisoners’ formal request for their release sent by hospital board were found. As a result one of the prisoners was released.

Conclusions:This paper suggests that the fact of being a nurse in a hospital influenced the conditions during tha period of captivity. Much is still to be found to shed light on a dramatic period of our country and to restore the memory of the contribution given by the profession.

Keywords: male nurses, imprisonment, World War II.

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici

AOM, Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b.n 91 fascicolo Bargigia Ernesto

AOM, Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b. n 97 fascicolo Ferrario Giuseppe

AOM, Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b n 103 fascicolo Maderna Luigi

AOM, Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b n 109 fascicolo Morlacchi Orione

AOM, Regolamenti amministrativi e sanitari a stampa, Regolamento interno, atti amministrativi n. 3673 /1939

Avagliano, M., & Palmieri, M. (2009). Gli internati militari italiani. Diari e lettere dai lager nazisti 1943-1945. Torino: Einaudi.

Bezze, S., Manzoni, E., Di Mauro, S. (2013). Il contributo allo sviluppo della professione infermieristica delle congregazioni religiose dal XIX secolo. Professioni infermieristiche, 66(2),75-84 doi:10.7429/ pi2013.662075

Cazzullo, C L., (2005). Un medico per la libertà. Una testimonianza della Resistenza a Milano. Milano: Sperling paperback.

Chabod, F. (2012). Lezioni di metodo storico. Roma –Bari: Laterza diciottesima edizione.

Chiesa, P. (2009). Carissima Famiglia…La Croce Rossa e le lettere dei prigionieri di guerra milanesi 1940-1946. Milano: Mursia.

Clarke, A. (1945). Thirty-seven Months as Prisoners of War. The American Journal of Nursing, 45(5), 342-345

Convention relative to the Treatment of Prisoners of War. (1929) Geneva, 27 July 1929 https://www.icrc.org/applic/ihl/ihl.nsf/TRA/305?OpenDocument&. Ultimo accesso 16-12-2015

Dimonte, V. (1992). Una finestra sul passato: La donna è più adatta alla cura degli infermi? Rivista dell’Infermiere, 11(4), 219-227.

Fabbri, S. (1943). Relazione del commissario prefettizio degli Istituti Ospitalieri di Milano in occasione della festa del Perdono (25 Marzo 1943-XXI). L’Ospedale Maggiore, anno XXXI, (3): 69-84

Fiumi, A., (2015). Gli infermieri nella Seconda Guerra Mondiale. In G. Rocco, C. Cipolla, A. Stievano (Eds), La storia del nursing in Italia e nel contesto internazionale (pp. 296-328). Milano: Franco Angeli.

Gaetano, R. (2012). Gli infermieri dell’Ospedale Maggiore di Milano nella seconda guerra mondiale: la memoria custodita nell’Archivio storico della Fondazione Cà Granda (tesi) Milano: Università degli Studi di Milano

La Torre, A. (2015). “Raccomando la nostra cara piccola…Tuo Bruno” In ricordo dell’infermiere Zappa attraverso le ricerche di una figlia. Italian Journal of Nursing, 18(14), 49-50

Lusignani, M., & Manzoni, E. (2003). Lo sviluppo delle scienze Infermieristiche avanzate: un’analisi storica, epistemologica ed etica. Atti del Corso di formazione-convegno Le scienze infermieristiche avanzate, Milano, Scuola Universitaria di Discipline Infermieristiche; Università degli studi di Milano

Manzoni, E. (2005). Storia e filosofia dell’assistenza infermieristica. Milano: Masson.

Pascucci, I., & Tavormina, C., (2012) La professione infermieristica in Italia un viaggio tra storia e società dal 1800 a oggi. Milano: Mc Graw-Hill.

Regio Decreto n 689 del 23 maggio 1915, riguardante la censura postale in caso di circostanze straordinarie. Gazzetta Ufficiale del Regno d’Italia N 129 del 24 maggio 1915 parte ufficiale e parte non ufficiale.

Rochat, G. (2008). Le guerre italiane 1935-1943. Dall’impero d’Etiopia alla disfatta. Torino: Einaudi 2 ed.

Sabbatucci, G., & Vidotto, V. (2002). Storia Contemporanea. Il novecento, Roma –Bari: Laterza.

Sironi, C. (2012). L’infermiere in Italia. Storia di una professione, Roma: Carocci.

Zeme, MV. (1993). Il tempo di Zeithain 1943-1944. Diario di una crocerossina internata volontaria in un lager lazzaretto nazista. Verbania Intra: Alberti libraio editore.

Fonti storiche consultate presso l’Archivio dell’Ospedale Maggiore (AOM)

Cartolina di Bargigia Ernesto alla moglie Nidasio Maria, Campo 308 Egitto, 28/7/1943, AOM, Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b.n 91 fascicolo Bargigia Ernesto

Lettera di Ferrario Giuseppe (Pino) alla moglie Filippini Luigia, 30/10/1943, AOM Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b. n 97 fascicolo Ferrario Giuseppe

Lettera di Ferrario Giuseppe (Peppino) al padre Ferrario Pasquale, 1/11/1943, AOM Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b. n 97 fascicolo Ferrario Giuseppe

Lettera di Ferrario Giuseppe (Pino) alla moglie Filippini Luigia, 17/5/1944 AOM Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b. n 97 fascicolo Ferrario Giuseppe

Lettera di Ferrario Giuseppe (Pino) alla moglie Filippini Luigia, 10/9/1944 AOM Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b. n 97 fascicolo Ferrario Giuseppe

Lettera di Maderna Luigi (Gino) alla moglie Maderna Iride, 2/12/1943, AOM, Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b n 103 Fascicolo Maderna Luigi

Lettera di Morlacchi Orione (Augusto)- al figlio Morlacchi Giorgio, 2/2/1945 , AOM, Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b n 109 Fascicolo Morlacchi Orione

Lettera di Morlacchi Orione (Augusto)- alla moglie Morlacchi Aventina (Tina), 5/2/1945 AOM, Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b n 109 Fascicolo Morlacchi Orione

Lettere dell’amministrazione ospedaliera al comando militare germanico, con richiesta rimpatrio del sergente Maderna Luigi, Milano, 6 marzo 1944, AOM Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b n 103 Fascicolo Maderna Luigi

Lettera dell’amministrazione ospedaliera al comando militare germanico con richiesta di rimpatrio infermiere Ferrario Giuseppe, Milano, 11 aprile 1944, AOM Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b. n 97 fascicolo Ferrario Giuseppe

Lettera del comando militare germanico all’amministrazione ospedaliera, con diniego alla liberazione dell’infermiere Ferrario Giuseppe, 19 aprile 1944, AOM Servizi Sanitari e di culto. Serventi uomini, b. n 97 fascicolo Ferrario Giuseppe

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.